We use cookies on this site to improve your user experience. By clicking on any link on this page, you are giving your consent for us to set cookies.

Privacy | Cookie Policy

CANTINA COLLE MORO

http://www.collemoro.it/

Si respira un clima dolce e il paesaggio è illuminato dai colorati vigneti che tappezzano, come in un quadro d'autore, un territorio proteso tra il mare Adriatico e le cime del Gran Sasso e della Maiella. È qui, nel cuore dell'Abruzzo, nella piccola località di Guastameroli di Frisa, in provincia di Chieti, che la Cantina Colle Moro dal 1961 fa capolino, raggruppando i suoi oltre 500 fedelissimi soci conferitori.

Il suo nome deriva dalla vallata in cui nasce, la Vallata Moro, e la sua costituzione si deve all'avventura di un gruppo di coraggiosi vignaioli che ben sessanta anni fa decise di intraprendere un grande progetto: dar vita ad una cantina sociale che potesse fungere da nuovo impulso economico per il territorio, fortemente vocato all'attività agricola. Le loro intenzioni ambizione hanno portato degli ottimi frutti e condotto la cooperativa a festeggiare oggi i 60 anni di attività.

Sessanta vendemmie) in cui si sono intrecciate storie di uomini, sviluppo tecnologico, cambiamenti economici e culturali. Una cooperativa che custodisce la sua forza nelle mani sapienti dei piccoli coltivatori che curano con costanza, passione e dedizione, da generazioni, vitigni storici e che ha visto negli anni riscuotere sempre più consensi in ambito vitivinicolo ed affermarsi nel panorama nazionale e internazionale, come dimostrano gli ambiti riconoscimenti.

Una società che conta circa 1.000 ettari di superficie produttiva complessiva, una produzione media di 200.000 quintali di uve, un locale adibito a bottaia e un impianto di imbottigliamento capace di produrre annualmente circa 1 milione di bottiglie.
Tredici i presidenti che si sono succeduti alla sua guida, fino all’attuale carica rivestita da Marco Staniscia e assunta lo scorso 8 febbraio, al quale spetterà il compito di guidare la cantina insieme al nuovo Consiglio di Amministrazione e Collegio Sindacale per i prossimi tre anni, tirando le somme del lavoro svolto finora e puntando sempre a nuovi obiettivi; persone che, in maniera distintiva, hanno contribuito alla crescita aziendale e trasformato una vivace realtà in una grande famiglia, dove le persone che vi lavorano hanno un ruolo fondamentale.

Ben 21 le referenze di vino firmate Colle Moro presenti sul mercato, molte delle quali derivanti da antichi vitigni. Tra quelli a bacca rossa impossibile non menzionare il famoso Montepulciano d’Abruzzo, che da generazioni dà vita ad un “nettare” diventato ormai principe e portabandiera dei vini abruzzesi nel mondo, sempre più percepito come eccellenza italiana proveniente da un territorio unico. Fra le varietà a bacca bianca, invece, spiccano il Trebbiano, lo Chardonnay, la Malvasia, oltre la custodia di alcuni vitigni autoctoni tra cui il Moscato di Frisa, il Pecorino, la Cococciola e la Passerina. Vitigni preziosi da cui si ricavano vini di qualità venduti in tutto il mondo: Alcàde, Calea, Mila, Splendore le etichette più famose.
Un marchio oggi presente in ben 18 paesi esteri: Canada, Usa, Danimarca, Belgio, Polonia, Albania, Germania, Serbia, Francia, Norvegia, Russia, Cina, Taiwan, Hong Kong, Australia, Corea del Sud, Giappone, Bulgaria. Questi i numeri della Cantina Colle Moro, che attualmente vanta un fatturato composto per il 75% da vendite generate in Italia e per il 25% da vendite derivanti dai mercati esteri, da sempre attenta alla tutela e conservazione dell'ambiente.

Una cantina che ha visto attraversare di recente una fase di rinnovamento e sviluppo e certificare il proprio processo produttivo con i più recenti sistemi di qualità nazionali ed internazionali, dotarsi di tecnologie avanzate. Sempre presente alle più note fiere di settore, capace di reinventarsi e pronta a catturare i palati delle nuove generazioni lanciando sul mercato nuove proposte come i freschi e leggeri vini MoPass Rosè e Mopass; attenta alle tendenze del momento spuntando nel mondo della birra con Aglea, una birra artigianale in stile Italian Grape Ale, recente, che unisce la fragranza dei malti chiari e del frumento all’intensità delle uve di moscato bianco autoctono della zona di Frisa. Ed ancora, determinata a sperimentare nuovi confini esordendo nel mondo dei Vermouth, con una bevanda ottenuta dall’infusione di artemisie, erbe aromatiche, china, rabarbaro con del vino pecorino.

Una realtà fortemente radicata al territorio e impegnata a custodirne le radici promuovendo eventi eno-turistici e culturali, tra tutti Trabocco al Tramonto, il format estivo che è riuscito a far rivivere uno dei luoghi più affascinanti della costa adriatica, il celeberrimo Trabocco Turchino, tanto decantato dal poeta abruzzese G. D’Annunzio, con degustazioni dei migliori vini della cantina, reading e visite guidate alla storica macchina da pesca.
Un anno, quello del 2021, segnato dunque da uno speciale compleanno che ricorre il 4 febbraio e che potrà essere festeggiato sulle tavole di tutti gli appassionati con un nuovo vino commemorativo appositamente dedicato al sessantesimo anniversario della fondazione della cantina, lanciato sul mercato nelle prossime settimane e in vendita in numero limitato. Per questa ricorrenza speciale, inoltre, si è pensato di dar vita ad un logo celebrativo che andrà a rafforzare l'immagine aziendale insieme a diverse iniziative a tema.

Ormai giunta all'era della maturità, la Cantina Colle Moro mira a conservare la sapienza di un mestiere antico, vendemmia dopo vendemmia, e a promuoverne i suoi frutti valorizzando le storie di uomini che con il loro prezioso lavoro custodiscono nel tempo la natura.
Social Media
Facebook
logo
Categories
Choose the product category to see the subcategories